ARCHIVIO

News

Doppia possibilità di concessione delle agevolazioni per le imprese che accedono al bando brevetti 2 +

Doppia possibilità per la concessione delle agevolazioni alle imprese che accedono al bando brevetti 2 +. La prima modalità di attribuzione delle agevolazioni ,  prevede alternativamente e a scelta dell’impresa beneficiaria, la possibilità di ottenere a titolo di anticipazione un importo compreso tra il 30% ed il 50% dell’agevolazione concessa o al raggiungimento di uno stato di avanzamento lavori un importo compreso tra il 30% ed il 50% dell’agevolazione concessa. La seconda, a saldo, sarà erogata a fronte dell’avvenuta conclusione delle attività. Le richieste di erogazione per il bando brevetti 2 + dovranno essere presentate esclusivamente a mezzo Pec  all’indirizzo brevettiplus@pec.invitalia.it e saranno  sottoposte ad un’attività di controllo tecnico ed amministrativo. Tutto questo lo prevede un  bando del MiSe sulle agevolazioni ai  per la valorizzazione economica dei brevetti a favore delle Pmi rubricata “brevetti 2+”  .  Ricordiamo che le domande potranno essere presentate all’Invitalia dal 6 ottobre . Ma andiamo con ordine e descriviamo le due possibilità .

 

Prima soluzione - La prima soluzione per la concessione delle agevolazioni prevede che potrà essere  attribuito a titolo di anticipazione un importo compreso tra il 30% ed il 50%  dell’agevolazione concessa. Questa potrà essere  richiedibile anche contestualmente alla firma dell’atto di concessione del contributo - previa presentazione di idonea fideiussione bancaria o polizza assicurativa a favore di Invitalia, irrevocabile, incondizionata ed esigibile a prima richiesta e di importo almeno pari al contributo da anticipare . La richiesta di erogazione dell’anticipazione dovrà essere presentata entro e non oltre 6 mesi dalla data di sottoscrizione dell’atto di concessione del contributo. Decorso tale termine, non prorogabile, si perderà la facoltà di richiedere l’anticipazione .  Inoltre vi sarà la possibilità al raggiungimento di uno stato di avanzamento lavori di richiedere da parte dell’impresa un importo compreso tra il 30% ed il 50% dell’agevolazione concessa – richiedibile a fronte della fruizione di servizi specialistici in una percentuale almeno pari a quella del contributo richiesto previa presentazione di una relazione che evidenzi lo stato di avanzamento delle attività e dei risultati intermedi ottenuti e delle fatture, anche non quietanzate, relative ai servizi acquistati. La richiesta di erogazione del stato avanzamento lavori  dovrà essere presentata entro e non oltre 12 mesi dalla data di sottoscrizione dell’atto di concessione del contributo. Decorso tale termine, non prorogabile, si perderà la facoltà di richiedere l’erogazione del stato avanzamento lavori.

Seconda possibilità - La seconda di attribuzione delle agevolazioni riconosciuta alle imprese, è a saldo ed è erogata a fronte dell’avvenuta conclusione delle attività. La richiesta di saldo dovrà  includere le fatture quietanzate delle spese ammesse ed una relazione finale che evidenzierà  la piena realizzazione del progetto ed i risultati riscontrabili e misurabili. Il saldo sarà  erogato successivamente ad un monitoraggio, da effettuarsi presso la sede dell’impresa beneficiaria, necessario a verificare il raggiungimento degli obiettivi individuati nel project plan.

DOPPIA POSSIBILITA’ DI ATTRIBUZIONE DELLE AGEVOLAZIONI BREVETTI2 +

Prima possibilità

Potrà essere  attribuito alle imprese a titolo di anticipazione un importo compreso tra il 30% ed il 50%  dell’agevolazione concessa. Questa potrà essere  richiedibile anche contestualmente alla firma dell’atto di concessione del contributo - previa presentazione di idonea fideiussione bancaria o polizza assicurativa a favore di Invitalia.

Possibilità al raggiungimento di uno stato di avanzamento lavori di richiedere da parte dell’impresa un importo compreso tra il 30% ed il 50% dell’agevolazione concessa.

Seconda possibilità

La seconda, a saldo, sarà  erogata a fronte dell’avvenuta conclusione delle attività. La richiesta di saldo dovrà  includere le fatture quietanzate delle spese ammesse ed una relazione finale che evidenzi la piena realizzazione del progetto ed i risultati riscontrabili e misurabili.